La cimice del letto: il nemico numero 1 delle tue vacanze

Molto più piccola e invisibile rispetto alle solite, “profumate” cimici che ci svolazzano ogni tanto dentro casa, la cimice del letto è un infestante che si muove assieme a noi. Siamo noi umani, con le nostre valigie, che la trasportiamo in giro. E loro amano viaggiare con noi.

Dove si annidano le cimici del letto

Tutte le fonti di calore sono un potenziale ricettacolo di cimici del letto: letto, placche degli interrutori elettrici, abat-jour, radiosveglie sul comodino, etc.

Per questo motivo, quando frequentiamo ambienti ad elevata presenza di viaggiatori (hotel, B&B, ostelli, treni, deposito bagagli, aerei, navi), corriamo sempre il pericolo che le cimici del letto, da una valigia altrui, saltino nella nostra.

Ed è proprio questo il pericolo più importante da considerare: quando entriamo in una zona colonizzata dalle cimici del letto, oltre a preoccuparci di poter essere morsicati durante il sonno, rischiamo di offrire loro un comodo passaggio per casa nostra.

Come si riconoscono le cimici del letto

Da adulte hanno le dimensioni di una coccinella, quindi sono visibili; ma quelle appena nate, che non hanno consumato alcun pasto di sangue, appaiono fisicamente impercettibili. Solo dopo il primo pasto di sangue, quando peraltro sono pronte as depositare le uova, esse assumono quel tipico colore marroncino-rossastro, assunto dal sangue che hanno ingerito.

Come si combattono le cimici del letto

Come tanti altri infestanti ematofagi (zecche, acari, e altri insetti si nutrono di esseri a sangue caldo, quindi mammiferi e pennuti come galline, colombi e uccelli), le cimici del letto hanno la capacità di interrompere le proprie funzioni vitali portando la temperatura corporea e la respirazione ai minimi termini: quanto basta per sopravvivere in letargo. Per la precisione entrano in uno stato detto di “Diapausa”, una vera e propria morte apparente che consente loro di non nutrirsi per lunghissimi periodi (perfino anni!), diventando addirittura immuni all’insetticida.

Ecco perché bisogna astenersi da qualunque azione fai-da-te con insetticidi comuni (od anche professionali): perché, con le cimici del letto, più insetticida distribuisci nell’ambiente e meno risultati ottieni.

Noi di Kaptura, infatti, nei confronti di questo scomodo infestante interveniamo con una sostanza secca, priva di principi attivi, per colpirlo senza che possa difendersi. L’anidride carbonica surriscaldata erogata dal “Thermicide” ci permette di snidare l’insetto, privando il suo microambiente dell’ossigeno necessario, e portando così la cimice alla disidratazione e all’essicazione.

Lo step successivo nella disinfestazione di un ambiente colonizzato consiste nell’erogazione di vapore sovrasaturo, vapore secco, che ci permette di disidratare anche le uova depositate, epurando così ogni possibilità di proliferazione.

Terzo ed ultimo passaggio è l’aspirazione, mediante uno strumento che aspira gli esemplari deceduti, quelli moribondi e quelli sopravvissuti che tentano di scappare. Ciò consente al proprietario dell’ambiente disinfestato di rioccupare l’ambiente immediatamente dopo il nostro intervento: non essendoci insetticida, né altro che possa nuocere alla sua salute, lui è subito padrone di riappropriarsi della sua stanza.

Se ciò costituisce naturalmente un gran lusso per un privato, diventa un vantaggio seminale per un albergatore, perché gli evita la necessità di “togliere dal mercato” la stanza infestata per una o più notti…. Nonché il rischio che l’intera struttura possa essere posta sotto sequestro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *